giovedì 20 giugno 2013

Come non dimenticare un week-end in montagna....insomma perchè sia indimenticabile!

Non poteva capitare occasione migliore di questo bellissimo contest, per raccontare quanto accadde due week-end or sono.
Siamo stati in montagna a casa dei suoceri con le belve, più le rispettive migliori amiche.
La prima esperienza con figli di altri e cane di nostra proprietà.
Bilancio assolutamente positivo, se non fosse che:
-il pigiama party serale è durato più della mia resistenza fisica, fatto sta che mi sono addormentata prima di loro e soprattutto prima dell’ultima questione vitale: ‘non ho la spazzola domani mattina, per pettinarmi
-il viaggio in macchina è stato molto rumoroso…ho scoperto che esistono cantanti che pensavo fossero corrieri espressi, tipo tale Fedez/x?!?!
-Il cane lasciato da solo in una casa che non sia la sua, lascia segni indelebili sulle porte, forse per segnare  il suo passaggio ai poster-i?



Quindi dopo questa esperienza ho sicuramente più materiale per poter rispondere alle amletiche domande del contest.
Se mi devo immaginare l’albergo ideale dove trascorrere una vacanza con la mia famiglia, mi immagino natura, natura e tanta natura dove far esplorare le belve, tutte quante , quelle più e quelle meno pelose.
Un balcone o un giardinetto che dia su una vista speciale, diversa da quella di casa, tanto verde e tanti profumi di aria pulita.
L’albergo me lo immagino accogliente, uno stile familiare, dove il personale abbia tanta pazienza e tanta sopportazione per rispondere alle 100 e più domande impertinenti delle ragazze.
Per evitare inutili stress, consiglio di avere a portata il codice fiscale, che di solito è l'ultima inaspettata domanda... dopo aver richiesto un resoconto dettagliato su eventuali fidanzati etc...
Scherzi a parte ( che poi chi scherzava?), la gentilezza delle persone che fanno parte della vacanza e la loro pazienza, per me è di grande importanza, evita di farmi sentire in imbarazzo per la durata della vacanza o di dotare prole e non cane di museruole!
Una stanza tranquilla, dove alla sera, dopo passeggiate nei boschi, anche i più testardi crollino in un profondo sonno….
Se possibile delle porte  ‘antigraffio’! capisciammè!
http://freshmamma.wordpress.com/contest-vinci-un-weekend-in-montagna/







18 commenti:

  1. Sono stata a Folgaria! Davvero molto bella.
    All'epoca c'era la panchina più lunga del mondo (del mondo? o d'Europa? non mi ricordo) e tanto tanto bel fresco.
    Non c'è niente di più bello della montagna estiva.
    Che poi sta cosa è un po' come quella dei capelli, no?
    Nel senso che se li hai lisci li vorresti ricci, se li hai ricci li vorresti lisci.
    E così pure se vivi al mare ti piace la montagna e se hai la montagna vorresti il mare.

    Ora...la cosa che più mi ha colpita di questo post è...davvero ti pettini?
    E poi: che macchina hai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. carissima, a me piacciono i miei capelli ricci...da liscia sembro la Madonna Addolorata! cmq non ero io a chiedere il pettine (NB già dormivo)..ma una liscissima migliore amica delle bimbe!

      Elimina
    2. Velma c'è ancora la panchina più lunga del mondo!
      Infatti anche io che vivo in montagna vorrei vivere al mare...
      Bellissimo post Scleros buona fortuna!

      Elimina
    3. Se ricordo bene però c'è stato un periodo in cui l'avevano rimossa per ristrutturarla. Mi fa piacere che sia di nuovo al suo posto....Folgaria è un posto che merita!

      Beh...anche io mi tengo i miei capelli senza lamentarmi....

      Elimina
  2. Meravigliosa montagna :)
    sogno da una vita di trascorrerci l'estate da un'estate passataci in compagnia del gruppo con cui andammo al giubileo del 2000 miiiii una vita :) la prossima volta facciamo cambio? io ti ospito qui al mare ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io al mare ci verrebbi eccome....ma tu a Milano?!?!?!

      Elimina
    2. ora come ora andrei ovunque ;)

      Elimina
  3. Cuffiette, cara Scleros, cuffiette!
    I miei figli se le infilano nelle orecchie e: il grande ad un volume tale che quando gli rivolgi la parola sembra di aver a che fare con un vecchio sordo, il piccolo a basso volume, così sta attento a quello che diciamo al grande e lo prende in giro!
    Il cane in compenso non dice nulla...lecca solo il vetro posteriore!
    P.S. Preferisco Fibra a Fedez!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eee cuffiette a 4 bimbette ??? ti pare? volevano fare casino e basta...
      cmq sto Fedez voglio proprio andarmelo a sentire....

      Elimina
    2. Ma no per loro! PER TE!!!! Così riposavi le orecchie! ;D

      Elimina
    3. aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

      Elimina
  4. ahahahah, e i suoceri come hanno reagito al lavoretto del cane sulle porte di casa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. carissima, spero mio suocero si sia dimenticato di questo blog...perchè nessuno ha ancora avuto il coraggio di rivelargli quanto accaduto...

      Elimina
  5. Mizzica in vacanza con 4 bambini e un cane... ma è veramente VACANZA? :D

    RispondiElimina
  6. Noi finora abbiamo trascorso solo una giornata in montagna con le Gnome.
    Ma tenteremo di ripetere.
    Noi però il cane lo lasciamo con la nonna, che in macchina già ci dobbiamo fermare ogni 3 per 2 con vomitini vari...

    RispondiElimina
  7. Pongo devo ammettere che sta bravo, fintanto che gli si lascia un posticino vicino al finestrino...vista autostrada!

    RispondiElimina

Se non commenti.. te meno!