mercoledì 20 giugno 2012

A-staccati vaaaa!



L'iniziativa promossa (complimenti è tempo di scrutini!) dalla Staccata mi è piaciuta assai.
Ho quindi deciso di aderirvi proponendovi una filippica sulla questione!
...................................
COME PARTECIPARE:
Se hai voglia di raccontare dove infili i piedi da quando sei mamma e perché, non devi far altro che scrivere un post nel tuo blog, specificando che aderisce all’iniziativa Staccate versus Taccate
....................................  

In me vive da sempre una dicotomia. 'VORREI MA NON POSSO/VOGLIO...quindi DISDEGNO.
Ho aggiunto il POSSO perchè il 'Vorrei ma non Voglio' suona strano, sebbene profondamente vero.
Alzi la mano chi Vorrebbe ma non Vuole?
La nebbia mi impedisce di vedere le braccia alzate, confido nella vostra onestà.
I tacchi non li ho mai messi, d'altronde essendo Watussa inside non necessito di elevarmi più di così,  ciò nonostante quando vedo lì in basso una donna taccata mi rendo conto di come il suo fascino sia quadruplicato.

Se è cessa diventa carina.
Se è normale diventa gnocca.
Se già di suo è gnocca, può mettere direttamente l'impronta sul sunset boulevard.

Mi domando quindi come mai i tacchi non vengano venduti con bugiardino allegato, dove si elenchino le innumerevoli proprietà curative...che alla chirurgia estetica farebbero un baffo (in crisi l'epilazione definitiva)
Inoltre una donna col tacco acquisisce oltre a fascino da vendere  anche potere.
Una manna contro la disoccupazione!
Guardare un uomo altezza occhi, se non dall'alto, può sterminare il  macismo più determinato.
Mi domanderete allora perchè non mi pieghi alla tortura del tacco.
In effetti  me lo sto domandano anche io. Allora addio.
Mi voterò alla tacchitudine!

Era uno scherzo, a me si addice semmai la tacchiNItudine.
La mia è stata poi una scelta ponderata:
una mattina della mia adolescenza mi son svegliata ( o bella ciao, bella ciao)
in un bagno di sudore
con l'orrore per i tacchi.
L'assurdo terrore che in vecchiaia avrei pagato l'eventuale vita taccata trasformandomi in un'INvoluzione della scimmia con i tacchi, tette cadenti, braccia allungate a dismisura, schiena arquata.
Una creatura talmente singolare da entrare nel guinness dei primati (ad onorem..anche perchè scimmia) quindi vittima del merchandising più estremo.


Ritratta in soprammobili portafortuna o pulisciscarpe (vd disegno con disDegno)


Temo che mia madre, tediata dalle innumerevoli visite ortopediche per una 'scoglioni' avanzata, trascorresse le notti di fianco al mio letto sussurrandomi storie apocalittiche sulla mia spina dorsale.
Il timore quindi di diventare un gadget portafortuna e di passare la vecchiaia ricevendo pacche sulla schiena, è stato decisivo.

Staccata for ever.




42 commenti:

  1. Oddioooooo...
    corro a buttare i tacchi....

    Stanotte 'n'altro incubo mi tocca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ocio che allora sussurra qualcuno anche a te!!! ;-)

      Elimina
  2. Bel post e bella iniziativa.
    Innanzi tutto "Vorrei ma non voglio!"
    Magari ci scriverò anche io un post sulle scarpe che porto da quando sono mamma.
    Ma parliamo un attimo del prima?
    Prima di diventare mamma alle 06:30 a.m. ero già in cantiere a inerpicarmi su solai in costruzione a verificare armature, attraverso scale a pioli che se oggi le avessi fotofgrafate tutte...altro che normativa sulla sicurezza!
    Alle 13:00 tornavo a casa per il cambio di vestiti n. 2 della giornata, poichè erano completamente bianchi per la polvere.
    Non poteva ovviamente mancare una lavata quotidiana di capelli.
    Nonostante tutto qualcuno ancora mi diceva: "perchè non ti curi un po' di più nel vestiario?"
    Ebbè...ma vi immaginate l'ingegnere in cantiere con una scollatura raso-tette e scendendo giù giù un tacchetto a spillo?
    Feuerbach diceva:"l'uomo è ciò che mangia!"
    Velma dice: "La donna è le scarpe che indossa!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Velma donna ingegnere..hai vinto 150 punti!!! Anche la mia amica Cassandra è donna ingegnere edile! Vi stimo fratelle con o senza tacos!

      Elimina
  3. Anche io staccata for ever, ma anche prima di essere mamma.
    C'è stata una parentesi taccata, ma sicuramente ero sotto l'effetto di qualche droga. Adesso sono guarita ;D!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarà stata la facoltà di giurisprudenza!

      Elimina
    2. In verità ero taccata immediatamente dopo la laurea mentre facevo pratica in uno studio, evidentemente l'effetto legale si sente sulla lunga distanza.
      Non facevano per me i "tacchi"!!!
      Giuro, croce sul cuore, sono guarita ;D!
      Adesso faccio la bibliotecaria di periferia ;D!
      Sono staccata da 14 anni, 11 mesi e qualche giorno!!!
      Ahahahhah!

      Elimina
    3. ah ah ma non è mica una malattia!!!!!comunque Simonetta attenta, perchè la bibliotecaria col tacco a spillo mi distrae i maturandi!

      Elimina
  4. Non vorrei mai e giammai volere!! E poi di finire nel branco delle dolci gallinelle che brancolano sui loro tacco 12+piattaforma sfidando pericolosamente sampietrini e buche, no grazie, che sono già rigida di mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come vorrei far parte di quel branco almeno una volta, mi sa che ormai ho perso il treno del tacos express.

      Elimina
    2. Sì, anch'io, almeno una volta volteggiare leggiadra!! il mio non voglio è fondamentalmente un non posso! Poi sto troppo comoda staccata che mi prendo le storte anche a piedi scalzi...

      Elimina
  5. Staccata presente! Da sempre, prima e dopo i figli. Vuoi mettere una bella scarpa comoda?
    Adesso ci penso...quasi quasi faccio un post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai è un'iniziativa carina e divertente!

      Elimina
  6. Adoro le tue vignette! Io pero' non nacqui watussa (ma nemmeno de striscio), quindi un tacchetto ogni tanto me lo conceding ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente volevo dire concedo...argh, maledetto correttore automatico!!

      Elimina
    2. 'me lo conceding' era BELLISSIMO!!!!! w il correttore!

      Elimina
  7. Te me farai morì! Che poi il tuo post l'ho letto in spiaggia e mi hanno presa per una deficiente perchè ridevo da sola :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì ok ma te sei taccata, staccata...ciabattata?!?!

      Elimina
    2. Toccata pentita direi :-)

      Elimina
  8. il guinness dei primati è geniale!
    dopo questo post mi consolo di essere in fase *momentaneamente* staccata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. comunque Taccate io NON VI discrimino, vi ammiro, VI STIMO!!! VI INVIDIOOOOOO!

      Elimina
  9. Hahaha! Orbene, io per natura "Vivoapiedinudi".. ahem, no, no scusa... dicevo che io per natura vivo staccata ma ogni tanto mi tacco massimo a 5-7 cm... bhè, 7 cm mi sento già da super-occasione-mondanissima (ma quando mai???)... questo perchè in qualche modo devo contrastare la costante espansione in larghezza :/
    Però non ho ancora bambini, ai posteri l'ardua sentenza!

    RispondiElimina
  10. Mi piace questa cosa! Credo che mi impegnerò e ne verrà fuori qualcosa...
    Però ci devo pensare bene, perchè dal basso della mia statura, per necessità...
    ..di contro, per comodità...
    ...
    ...
    to be continued...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Monica..nella botte piccola ce sta il vino bbuono...

      Elimina
  11. Io sarei taccata, per delle buone ragioni :), anche se al tacco 12 non arrivo praticamente mai ... solo che nel gruppo delle "gallinelle" sarei la solita vecchia gallina ... oggi sto a tacco 2, giuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. suvvia rimane comunque un'ipotetica arma contundente!

      Elimina
  12. ahahah, taccata da sempre, staccata da quando sono rimasta incinta. Ci risalgo ogni tanto... ma il tuo post mi da buoni motivi per aspettare ancora...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. una fine apocalittica come questa farebbe paura anche ai più impavidi!

      Elimina
  13. Ti che te tachet i tac,
    tacum i tac.
    Mi tuca tacat i tac a ti,
    ti che te tachet i tac?
    Tachete ti' to' tac
    ti che te tachet i tac!
    A proposito di tacchi e stacchi, cara Scleros... so che tu puoi tradurre! ;D

    RispondiElimina
  14. la tradusiun l'è! Lassa sta i tacc ca l'è un gran laurààà!

    RispondiElimina
  15. Io sono quasi sempre taccata. Tra l'altro ho riscoperto che quest'estate son tornate di moda le zeppe. Ragazze, ne ho comprate tre paia e ne ho riesumate 2 dalla scarpiera. Sono una figata. Perche sono alte ma su tutta la lunghezza del piede. E come camminare sopraelevati. Tacco/zeppa 12 sempre. Mi piacciono un sacco mi fanno sentire bella e sicura di me. Inoltre sono comodissime .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volevo aggiungere pero che in inverno sempre staccata. Indosso sempre gli stivali, che fino a 4 anni fa erano con tacco 12, poi ho scoperto quelli bassi e non li mollo più ciao

      Elimina
    2. ;-) vai con la zeppa allora!

      Elimina
  16. Io taccata posso solo stare seduta o, al più, addossata a una parete.
    Perché quando cammino sui tacchi sembro un gobbo che barcolla sui ceci.

    RispondiElimina
  17. °_°
    oh criscpass!
    Ma dici che mi attendono le tette pendule e tutto l'ambaradan anche se li metto solo 3 o 4 volte l'anno?
    °_°

    RispondiElimina
  18. Scleros, eccomi finalmente! Spero che tu abbia ricevuto il messaggio nel quale ti spiegavo che non potevo utilizzare Internet per un po'. Questo post è strepitoso, ho riso fino alle lacrime. Lo linko subito nel mio spazio, grazie di cuore per avermi regalato questa perla
    PS: sono appena rientrata da una vacanza "taccata", ma con il trucco: zeppe di 9/10 cm. Incredibile ma vero, riuscivo persino a ballarci la salsa. E poi sì, effettivamente ti fanno figa pure se sostanzialmente cessa.
    Tranquilla, però, non mi sono convertita... appena rientrata in città ho infilato di nuovo gli infradito. Difficile andare al parco con i trampoli. In vacanza, dove il massimo problema che ho avuto è stato come abbinare per bene pareo e costume qualche botta de follia ce vole.
    Vacanza finita, zeppa nella scarpiera.
    Ok, scappo via. Ho appena riempito la vasca da bagno, devo farmi il mio piantarello quotidiano come la tizia di Costa Crociere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aaaa meno male, che non si cambia religione così facilmente senza neanche un pò di meditazione alternativa...

      Elimina

Se non commenti.. te meno!